University Press Italiane per un’editoria accademica di qualità

Corpo dicibile

L'uomo tra esperienza e significato

Miccoli Paolo

Editore: Urbaniana University Press Collana: Studia
pp. 312 ISBN: 978-88-401-4099-5
ed. 2003
Formati: 15x21
Prezzo: € 24,00
Vai al sito dell'editore

Nel tentativo di definire la complessa realtà umana, l’antropologia filosofica del XX secolo ha cercato di risalire agli elementi strutturanti dei linguaggi corporei, esplorando ambiti poco considerati da quelle prospettive che per lungo tempo hanno invece privilegiato i codici della razionalità. La natura dello stesso linguaggio umano, per secoli, è stata intesa unicamente in corrispondenza ai processi della conoscenza e alla nozione di verità, trascurando quel sapere arcaico e archetipico del “sentire” che rimanda all’evento della vita quale orditura di trame e di segni in cui l’uomo si trova immerso. La riflessione sulla pratica gestuale consente di risalire a quella struttura originaria da cui si generano i significati, tornando così ad attribuire valore al “fare” dell’uomo nella sua accezione più naturale e concreta. Il volume approfondisce questa prospettiva postulando una trascendente sorgente di senso che si dispieghi sulla “testualità” del nostro corpo e del mondo intero. Il linguaggio corporeo rimanda così, in ultima analisi, all’ascolto e alla corrispondenza al “Dire” originario che detta secondo natura le leggi dell’essere e del non essere. In tale indagine, l’Autore riprende le sollecitazioni provenienti dalla cultura filosofica contemporanea e individua i percorsi di senso segnati dal richiamo alle cose sensibili, contribuendo anche ad avvalorare una prospettiva di interdisciplinarità dalla quale far scaturire coraggiose scelte di etica formativa.