University Press Italiane per un’editoria accademica di qualità

Jan Patočka. Dalla libertà alla natura

Con la traduzione in appendice del testo di Jan Patočka, "Critica della filosofia fenomenologica di Husserl"

Chiara Pesaresi

Editore: eum - edizioni università di macerata Collana: Premio Tesi di dottorato
pp. 331 ISBN: 978-88-6056-626-3
ed. 2020
Formati: Stampa
Prezzo: € 16,00
Vai al sito dell'editore

Jan Patočka (1907-1977), erede ed “eretico” della tradizione filosofica tedesca, è ormai considerato uno tra i maggiori esponenti della fenomenologia, di cui ha contribuito a ridisegnare le frontiere. In questo volume, il suo pensiero è indagato da un lato seguendo i temi della libertà e della natura, dall’altro attraverso il confronto con la fenomenologia di Hegel. È la dialettica hegeliana, reinterpretata in chiave fenomenologica, il punto di partenza per ripensare l’esistenza umana come un movimento mai conchiuso che accade tra radicamento naturale e prassi storica. In che modo Patočka riesce ad articolare una fenomenologia del mondo e un’antropologia della libertà? A tale questione vuole rispondere il libro, anche attraverso lo studio di testi inediti in Italia, tra cui lo scritto Critica della filosofia fenomenologica di Husserl, tradotto dal ceco e presentato in appendice.