Waltraud Fischer (a cura di)

Giani Stuparich. L’opera di Pasquale Besenghi degli Ughi

L’opera di Pasquale Besenghi degli Ughi è una delle due tesi che Giani Stuparich realizzò nel corso dei suoi studi presso l’università tedesca di Praga. Scritta nel 1914 e rimasta finora inedita, è una testimonianza importante della maturazione culturale e critica del futuro scrittore. Stuparich, che aveva scelto l’opera di un poeta istriano assai poco conosciuto fuori dalla sua terra, dichiara di volerne rivalutare l’importanza nel quadro della letteratura italiana. Il testo rivela non solo le capacità critico-interpretative del giovane studente triestino ma anche il suo impegno per la questione nazionale: Besenghi, infatti, viene giudicato nella sua importanza non solo come poeta, influenzato da Parini, Foscolo e Leopardi, ma anche come un precursore dei propri ideali patriottici negli anni precedenti la Grande Guerra.