Angelo Marchese

Il senso della laicità

Angelo Marchese è nato a Genova nel 1937. Docente, semiologo, saggista e critico letterario di rinomanza mondiale, ha contribuito in maniera decisiva al dibattito circa la metodologia sulla critica letteraria, parametrata costantemente ad una visione antropologica di fondamento metafisico. Proprio questa sua tendenza filosofica lo colloca all’interno di una premura critica dialogale, non soggetta alle correnti transeunti, ma fondata sulla visione integrale dell’essere umano, spirito incarnato proteso in alto e in avanti. Lo stile delle sue opere è la proiezione del suo essere appassionato della sintesi come equilibrio del pluridimensionale della persona. La conclusione prematura della sua vita (Firenze, gennaio del 2000) lo ha colto nel pieno della sua fecondità di produzione di studioso apprezzato, tradotta anche nella cultura estremo orientale.