Sabetta Gaetano

Immaginare l'altro

Le religioni per un incontro indispensabile

«Immaginare l’Altro è un’impresa ardua. Richiede coraggio, fantasia, voli inaspettati, andare per sentieri poco battuti. L’alterità è il concetto che più ripugna al “buon senso”, che più facilmente si tacita, si sopprime, tanto è preponderante il desiderio di omogeneizzare, di normalizzare. Eppure abbiamo la necessità, come singoli e come comunità, di metterci sulle tracce dell’Altro, ma se siamo incapaci d’immaginarlo ne sentiremo l’esigenza?». A partire da questa domanda, l’autore si cala nel pluralismo religioso odierno per presentare gli sguardi che le diverse religioni (cristianesimo, induismo, buddismo, giudaismo e islam) hanno rivolto all’a/Altro nel tentativo d’immaginarlo, di non spezzare quella relazione. Da questo bisogno di socialità, diventa indispensabile un rinnovato impegno per il dialogo e l’incontro tra i credenti, in vista della costruzione di una “casa di preghiera per tutti i popoli”.