Giampaolo Nuvolati

L'interpretazione dei luoghi

Flânerie come esperienza di vita

Il volume intende offrire una panoramica degli studi sul tema del flâneur. La prima parte riguarda la definizione della figura del flâneur. Le caratteristiche del flâneur vengono dapprima lette rispetto a una serie di ossimori e poi declinate in relazione ad alcune tematiche: la lentezza del flâneur, gli stati d’animo nel vivere la propria condizione, l’emergere della flâneuse, il rapporto tra il flâneur e altre figure agli estremi opposti della scala sociale, l’amore e odio tra flâneur e turisti, i vincoli imposti al flâneur nella società del controllo e, infine, la flânerie come stile di vita. Nella seconda parte l’attenzione è invece rivolta ai luoghi urbani come contesti privilegiati di azione e riflessione da parte del flâneur, il genius loci, la possibilità di leggere i luoghi attraverso forme di rêverie che mettono in crisi le immagini più ricorrenti, i percorsi di approfondimento,inevitabilmente individuali,che conducono alla flânerie e comportano un coinvolgimento più diretto dei soggetti che la praticano. La terza parte illustra varie modalità di realizzazione di una flânerie: da quella libera itinerante, allo shadowing, all’osservazione da luogo fisso. Infine, nell’appendice, trova spazio il protocollo effettivamente utilizzato per realizzare alcune flânerie con gli studenti in alcune Università italiane di Facoltà diverse, cui fanno seguito alcuni esempi concreti di flânerie nel rispetto della tipologia descritta nella terza parte.