Claudio Papale; Davide Cito; Andrea D'Auria; Jhon Paul Kimes

La procedura nei delitti riservati alla Congregazione per la Dottrina della Fede

Claudio Papale, Davide Cito, Andrea D’Auria, Jhon Paul Kimes

Gli atti del V Corso intensivo, organizzato dalla Facoltà di Diritto canonico della Pontificia Università Urbaniana, si occupano della procedura concernente i delitti riservati alla competenza della Congregazione per la Dottrina della Fede. Il Corso è stato strutturato in modo tale da affrontare ogni aspetto del “cammino” procedurale relativo ai delicta reservata, seguendo un ordine strettamente cronologico. Nella fase preprocessuale dell’indagine previa, vengono analizzati i vari profili che caratterizzano tale istituto e le relative difficoltà interpretative. Si passa, poi, a esaminare con attenzione un profilo che è stato spesso oggetto di critica a opera della dottrina, ovvero quello della prescrizione dell’azione criminale afferente i delitti riservati. Successivamente si indagano i possibili percorsi procedurali in tema di delicta reservata, tenuto conto del combinato disposto di cui agli artt. 16 e 21 del m.p. Sacramentorum sanctitatis tutela. In seguito vengono analizzate tutte quelle particolarità procedurali, antecedenti alla fase impugnativa. Concludendo viene esaminato l’aspetto afferente l’eventuale impugnazione di una sentenza o di un decreto. Temi • l’indagine previa • la prescrizione dell’azione criminale • il processo penale amministrativo • particolarità procedurali nei casi di delicta reservata • l’impugnazione nei casi di delicta reservata