Fabio Belloni e Massimo De Sabbata (a cura di)

Percorsi nella scultura italiana

(1841-2001)

Nel 2011 la Fondazione Ado Furlan inaugurava negli spazi espositivi di palazzo Tadea a Spilimbergo, resi disponibili dal Comune, una mostra permanente intitolata 'Percorsi nella scultura italiana'. La rassegna, organizzata in tre sezioni, oltre a illustrare alcuni aspetti della scultura monumentale in Friuli Venezia Giulia (1841-1942) e le tappe salienti della produzione di Ado Furlan (1905-1971), offre anche la possibilità di seguire - attraverso significativi esempi - gli sviluppi della scultura italiana dalla metà del Novecento ai nostri giorni. A conclusione di un'approfondita indagine di carattere storico-documentario, vede ora la luce il presente catalogo, a cura di Fabio Belloni e Massimo De sabbata. Le diverse sezioni sono introdotte da testi di Alessandro Del Puppo, Flavio Fergonzi e Denis Viva, che spiegano il senso e le modalità di acquisizione delle opere, molte delle quali provenienti dalla collezione di Italo Furlan, principale artefice e primo presidente della Fondazione, scomparso nel 2014.