AA.VV.

Testo sacro e religioni

Ermeneutiche a confronto

Gaspare Mura, Professore ordinario emerito della Pontificia Università Urbaniana, dove ha insegnato Storia della filosofia antica, Filosofia della religione ed Ermeneutica; docente della Pontificia Università Lateranense. È stato direttore dell’Istituto superiore per lo studio della non credenza, della religione e delle culture e della Urbaniana University Press. Autore di numerose pubblicazioni dedicate alle tematiche religiose della cultura contemporanea, è socio fondatore e presidente dell'Accademia di Scienze Umane e Sociali - A.S.U.S.

Che cosa è un testo sacro? Quali sono i criteri che definiscono un testo come “sacro”? Come si è formato il concetto di “canone” in riferimento ad un testo sacro e come viene interpretato nei diversi contesti religiosi? Che differenza esiste tra “demitizzazione” e “demitologizzazione? E quale ruolo assume il testo sacro nello sviluppo della vita religiosa e sociale dei credenti? Sono queste solo alcune delle questioni affrontate nel volume, con il contributo di specialisti delle varie discipline, in una prospettiva interdisciplinare volta all’esame non solo dell’ambiente giudaico-cristiano e islamico ma anche delle forme religiose arcaiche che paiono oggi scomparse. I temi legati all’origine del testo sacro, alla sua recezione, canonizzazione e interpretazione, nonché all’influsso che esercita tuttora sulla vita dei credenti sono quanto mai attuali e complessi. Ad essi è stato dedicato un importante convegno di studi, da cui il volume trae origine, che si è tenuto presso l’Università di Roma Tre (26-27 nov. 2004), promosso ed organizzato dai docenti di varie Università (Roma Tre, La Sapienza, Tor Vergata, Pontificia Università Urbaniana, Facoltà Valdese di Teologia, Pontificio Istituto di Studi Arabi e di Islamistica).